outfit di tendenza e su misura per la casa
Stai leggendo

mi bagno nel tadelakt | tradizione del benessere

mi bagno nel tadelakt | tradizione del benessere

mi bagno nel tadelakt | tradizione del benessere | moodboard e shopping list

mi bagno nel tadelakt | tradizione del benessere

tadelakt in bagno | moodboard

Tadelakt. Solo a dirla, questa parola, ti trovi immerso in calde atmosfere lontane, in luoghi dove bagno non vuol dire solo una doccia frettolosa la mattina, ma è rituale, è bellezza di cose antiche, preziose e anche un po’ nude.

Nude di orpelli, di inutili decorazioni e, invece, piene di cura per il materiale e per come questo, con tecnica sapiente e lavoro intenso delle mani, prende forma e diventa oggetto, funzione.

La calce da Tadelakt, che arriva dalla valle del Draa a Marrakech, viene applicata come rivestimento di pareti, vasche e hammam; viene lavorata a più riprese, rifinita e infine lucidata. Il suo aspetto superficiale è morbido, luminoso e brillante ed è quanto di più lontano si possa immaginare dalle classiche piastrelle in ceramica delle quali sono piene le nostre case.

Alessandro Lasferza, nella collezione Racconti D’Acqua recentemente presentata al Fuorisalone milanese, fa sua tecnica ed estetica del Tadelakt e, impermeabile e resistente, lo spalma a piene mani sulla superficie del lavabo incastonato nella consolle Faro. Per mantenere il calore e la preziosità dell’insieme, gli affianca dei ripiani in essenza di Zebrano finiti a olio e ingabbia il tutto in una solida ed elegante intelaiatura in metallo cerato, scuro e intrigante.

In un bagno così è d’obbligo rimanere in tema Marocco. E così seleziono alcune piastrelle in cemento lavorate a mano dal catalogo di popham design. Rimango incantata dal loro essere in biblico tra antico e moderno, tra geometria e natura, tra vecchio e nuovo, tra neutro e colore. Studio i pattern e mi perdo nel loro labirinto; mi affascina, mi disorienta.

Intorno ho altri oggetti la cui forma piena è pura responsabilità di un unico materiale: legno per lo sgabello Devil’s Eye di Pols Potten, cera per la candela Anita di Skitsch. A terra la morbida superficie del tappeto Aros round di Nanimarquina; è vero che così migro a Barcellona, ma qualche legame pur sempre c’è.

tadelakt in bagno | shopping list

Alessandro Lasferza | consolle Faro con specchio | 116 x 52 x 90 cm |

popham design | piastrelle in cemento fatte a mano | misure varie |

Pols Potten | Devil’s Eye | 25 x 45 cm | 326,00 euro 

Skitsch | Anita | 10,5 x 26 cm | 54,99 euro

Nanimarquina | Aros round | diametro 100 cm | 266,23 euro


moodboard + shopping list

Seguite questo link per trovare nuovi outfit > moodboard
Visitate questa pagina per continuare a compilare la vostra lista di must have di design > shopping
Andate a sbirciare qui all’interno della mia collezione di design > l’armadio

Nora


altri post per approfondire

INSTAGRAM