cucina per pignoli

 

cucina per pignoli

Con me, sul fatto della pignoleria, si sfonda una porta aperta. Sono una rinomata precisina e, anche se mi costa una faticaccia ammetterlo, a volte divento una vera e propria rompiscatole.

Per scrivere un post come questo che state leggendo, infatti, impiego così tanto tempo a scegliere bene le immagini e a sistemarle – oltre che a limare i testi allungando di qua e accorciando di là – che a volte vorrei trasgredire e scendere a compromessi con me stessa. Ma non ce la faccio proprio e le ore scorrono una dopo l’altra mentre io sono alle prese con tastiera e mouse.

cucina per pignoli

Le amiche di #weblogsaloni conoscono bene questo mio… ehm… difetto (ma è un difetto la pignoleria? Non ne sono mica tanto sicura!) e, dopo aver visitato lo showroom di Del Tongo in via Solferino 22, mi spiego bene il loro entusiasmo nell’aver combinato l’incontro. Ti troverai a tuo agio! E avevano ragione. Una massa di pignoli, precisini, saputelli; proprio come me.

cucina per pignoli

Pignoli consapevoli che, senza alcun timore, dichiarano pure di esserlo.

Al Fuorisalone, oltre la vetrina perentoria in bianco, nero e giallo deciso, un esercito di sagome di utensili da cucina, dritte in fila e in bella mostra, denunciava qualità e le trasformava in stimoli a fare ancora meglio.

Nessuna scusa pronta per adagiarsi sui successi ottenuti in sessant’anni di progettazione, sperimentazione e produzione a livelli di eccellenza, ma un sano e ottimistico Facciamo cucine da 60 anni. E festeggiamo continuando a fare cucine. Un motto che mi ha fatto sentire subito a casa.

cucina per pignoli

cucina per pignoli

Il mio giro in showroom è stato in una mattinata assolata e ariosa. Ho assaporato con calma la nitidezza di forme e materiali che, prepotentemente, si è impadronita della mia reflex e non l’ha mollata per una buona mezz’ora.

La nuova Gibilterra e la sua eleganza in nero hanno catturato per prime la mia attenzione, come architetto oltre che come design blogger. L’anta dal profilo curvo in corrispondenza della maniglia a gola mi ha fatto immaginare, per la pulizia formale della composizione, la possibilità di facile integrazione tra lo spazio cucina e soggiorno. Un continuo funzionale che può e deve avere corrispondenza in una fluidità di forme, volumi, superfici.

cucina per pignoli

E’ una logica di uniformità e rigore che trova riscontro anche nel monoblocco che racchiude, in un unica superficie in lucidissimo acciaio inox, i fuochi, il piano di lavoro e l’ampia vasca del lavabo.

Metto subito un freno al pregiudizio che monta al solo leggere la parola acciaio e all’immaginare continue ditate e segni di sporco. Tutto falso. Con i miei occhi, proprio mentre stavo per scattare una foto al famigerato acciaio, ho visto pulire la superficie del monoblocco con una semplice e veloce passata di panno leggermente inumidito; nessun detergente chimico, solo qualche secondo di pazienza.

Scelta approvata anche da me che, oltre al resto, sono una mamma, sono sempre di corsa e, soprattutto, non ho una gran voglia di dedicare tempo alle faccende domestiche.

cucina per pignoli

cucina per pignoli

cucina per pignoli

cucina per pignoli

Facendo uscire l’anima della desperate housewife che è in me, inoltre, posso tranquillamente farvi una confessione: sono perdutamente innamorata di Mix&Match, il sistema di piccoli contenitori modulari con i quali, in cucina, si può giocare al gioco della funzionalità, della libertà d’uso, della combinazione divertente e flessibile. Esistono in cinque colori e, potendo, non me ne lascerei scappare nemmeno uno (il mio preferito però è il rosso).

cucina per pignoli

cucina per pignoli

cucina per pignoli

Molto interessante, infine, l’attrezzabilità e l’ampiezza delle armadiature e dei pensili che, in versione del tutto inedita, per Del Tongo esistono anche in una profondità comparabile con quella delle basi. Un bel passo avanti, dal punto di vista progettuale, rispetto ai tradizionali moduli da cucina nei quali lo spazio, spesso, non è sufficiente ad accogliere tutte le stoviglie e le attrezzature che sono a normale uso della famiglia contemporanea.

cucina per pignoli

cucina per pignoli

cucina per pignoli

cucina per pignoli

La sintesi di quello che vi ho raccontato trova perfetto riscontro nel motto con il quale l’azienda si è presentata al Fuorisalone 2015: no compromise. Niente mezze misure, nessun cedimento alla convenienza a discapito della qualità, a soluzioni non convincenti, alla disattenzione rispetto all’utente finale.

Ecco quando essere pignoli non è un difetto.

cucina per pignoli

cucina per pignoli

cucina per pignoli

#weblogsaloni

Non ditemi che non avete notato le belle faccine che introducono, su in cima, la prima immagine del post. Se vi chiedete che significato hanno, qui vi dico solo che appartengono alle dieci blogger (una sono io!) che raccontano la Milano Design Week 2015 per filo e per segno. Per il resto, andate a leggere qui e scoprite cos’è il progetto #weblogsaloni!

[#weblogsaloni | comunicato stampa ITA | press release ENG]

Nora


altri post per approfondire

INSTAGRAM
il mio mondo per immagini