outfit di tendenza e su misura per la casa
Stai leggendo

design per creativi ovvero come migliorare il prop...

design per creativi ovvero come migliorare il proprio spazio di lavoro

design per creativi ovvero come migliorare il proprio spazio di lavoro

spazio di lavoro o di gioco?

Il problema di andare alle fiere del settore design – come il Salone del Mobile di Milano – è che poi si torna a casa propria. Succede che, dopo aver varcato la soglia, tutto quello che, prima della fiera, ci appariva bello o almeno passabile, si trasformi all’improvviso in reperto degno solo di occupare un posto nel cassonetto dei materiali non riciclabili.

Il fatto è questo: chi fa un lavoro creativo non riesce mai ad accontentarsi. Dal momento che possiede gli strumenti per migliorare tanti oggetti che lo circondano nella vita di tutti i giorni, è inevitabile il perenne work in progress a vari livelli.

Io, ad esempio, concentro la mia insoddisfazione nel mio spazio di lavoro. In casa ho a disposizione una piccola stanza nella quale trovano posto la mia scrivania, quella del mio compagno e quelle dei miei due bimbi.

design per creativi ovvero come migliorare il proprio spazio di lavoro

Il risultato è una bella concentrazione di funzioni e una congestione di carte, strumenti di lavoro, dispositivi elettronici che è davvero difficile tenere a bada, anche per una declutter maniac come me!

Ho tante idee in testa per migliorare la situazione e di sicuro alcune novità scovate alla Milano Design Week rientrano nella mia wish list (in perenne aggiornamento!).

Il segreto per non cadere nel panico – e l’ho imparato a mie spese dopo alcuni tentativi miseramente falliti di restyling frettoloso e poco pensato – è accontentarsi, almeno all’inizio, di piccole svolte positive. Procedere per parti mi sembra la scelta più saggia.

un nuovo rivestimento a parete per il proprio spazio di lavoro

Per esempio non mi dispiacerebbe ripensare il rivestimento a parete del mio piccolo home office. Al Molino 48, durante il Fuorisalone, ho potuto persino colorare con i pastelli su quello che, senza alcun dubbio, è salito a occupare il primo posto nella mia classifica / wish list (vedi foto di apertura del post).

Si chiama Wide&Style, è prodotto da ABK ed è un wallpaper davvero insolito. Invece che su carta o tessuto, infatti, è stampato su supporto in gres di grande formato e, oltre i disegni di casette che vedete sopra, è personalizzabile a piacere.

una griglia risolve i problemi di ordine, non solo in uno spazio di lavoro

design per creativi ovvero come migliorare il proprio spazio di lavoro

Rivestimento deciso, è il momento di pensare agli accessori. Anche in questo caso, la Milano Design Week è stata galeotta (ve lo dicevo che dalle fiere si torna in piena crisi esistenziale!).

Da String al Salone ho capito che una griglia può essere una soluzione per molte cose (non solo per il proprio spazio di lavoro!).

l’organizzazione di uno spazio di lavoro inizia dai cassetti

design per creativi ovvero come migliorare il proprio spazio di lavoro

Aprire i cassetti della scrivania è il passo fondamentale per riordinare tutto, ma proprio tutto, in modo che sia perfetto e funzionale per il proprio lavoro.

Frugo nei miei e mi rendo conto di dover affrontare subito un problema: i biglietti da visita. Quelli che servono a presentarmi come blogger e WEBLOGger sono a posto. Altra questione quelli che dovrebbero servire a presentarmi come architetto.

Ne ho un mazzetto fatto stampare chissà quanto tempo fa che, graficamente, davvero non corrisponde più ai miei gusti e alla mia immagine (mi vergogno a dirlo ma i biglietti riportano addirittura un vecchio numero di telefono fisso disattivato ben due anni fa!). Per ora ho solo un bel contenitore Pantone per portarmeli in giro, ma penso che sia abbastanza inutile, visto che il suo contenuto non è più attendibile…

Mi metto all’opera per porre rimedio a questa trascuratezza e, navigando in rete, arrivo al sito di BCE-online che propone una bella novità che potrebbe davvero fare al caso mio: i biglietti da visita in PVC trasparente.

design per creativi ovvero come migliorare il proprio spazio di lavoro

Il fatto di poter progettare un layout in grado di giocare con la luce e di evadere dalla semplice bidimensionalità del solito cartoncino mi diverte e mi attrae. Inutile dire che sono subito su Photoshop a giocare con forme e font, vero?


Colleghi all’ascolto – architetti, blogger, maniaci dell’organizzazione, grafici -, ho un regalo per voi: uno sconto del 30% per chi di voi si cimenterà nella creazione online del proprio biglietto da visita! Per usufruirne sarà sufficiente, al termine della procedura di acquisto, inserire il codice TRASPARENTE30.

per finire: una lampada che, dallo spazio di lavoro, può seguirmi ovunque

design per creativi ovvero come migliorare il proprio spazio di lavoro

La risposta alla vostra domanda è: sì, quello è il mio braccio mentre testa il peso della lampada Dina+ di Rotaliana. Ero a Euroluce e volevo portarmela via, ma mi hanno scoperto e ho dovuto lasciarla lì…

Un vero peccato perché questa lampada ha tutte le caratteristiche che fanno al caso del mio spazio di lavoro (e non solo): leggerezza, presenza di un ingresso USB per ricaricare qualsiasi dispositivo e di una batteria che la rende utilizzabile senza il vincolo dell’alimentazione elettrica in ogni ambiente della casa e anche all’esterno. Perfetta.

Nora

Buzzoole


altri post per approfondire

INSTAGRAM