Stai leggendo

Design Week. ma come mi vesto?

Design Week. ma come mi vesto?

 

DesignWeek. ma come mi vesto

[immagine via]

Sembra che alla Design Week ci si debba presentare ben preparati. E sembra anche che organizzare un bel calendario zeppo di appuntamenti interessanti e studiare a fondo la dislocazione dei diversi espositori tra i padiglioni della fiera non sia affatto sufficiente.

Lo spettacolo del bello fatto design, infatti, richiede che anche i visitatori – a volte esperti, incauti, famelici; a volte timidi dal passo incerto, frenato dalla meraviglia e dall’inaspettato – lo completino e lo arricchiscano.

Insomma, per partecipare alla Design Week pare che sia d’obbligo farsi belli, darsi una ripulita e fare in modo che il colore delle mille idee che ci frullano nella testa (blogger, parlo di voi! E quindi anche di me…) trapelino negli abiti che si indossano, negli accessori che denunciano il nostro lavoro e la nostra passione, nel viso luminoso e ben disposto alla novità.

E così, mentre sto a ingrigirmi il viso di cui sopra davanti al pc, con gli occhiali (dalla montatura rossa però!) ben calcati sul naso, penso che sia arrivata l’ora di iniziare a occuparmi di una faccenda estremamente importante: cosa mi metto per il Salone?

E per il Fuorisalone, poi?

Non ne ho la più pallida idea. Vengo presa, a tratti, dalla visione del mio armadio: ordinato, certo, ma perfettamente corrispondente alla vita (di corsa) che faccio tutti i giorni.

Nella scelta dell’outfit da Design Week, inoltre, so che non può essere preso in considerazione neanche il settore eventi&cerimonie; il troppo stroppierebbe.

DesignWeek. ma come mi vesto

[immagine via]

Nel complesso so che nel mio guardaroba manca quel quid che, in modo discreto ma efficace, trasforma l’ordinario in un casual chic e originale, riconoscibile ma non invadente, di tendenza ma anche (meraviglia!) vintage senza l’eccesso del travestimento.

Aiuto! Chi può aiutarmi? Mi prendo la testa tra le mani, mordicchio la matita e tento di visualizzare l’armadio perfetto, l’amico venuto in soccorso per l’occasione.

Meglio ancora se, invece che un armadio, fosse un’intera Stanza degli Armadi come quella chela mia amica Clarissa arricchisce, giorno dopo giorno, con le sue scoperte e i suoi preziosi tesori.

Decido di rivolgermi a lei, dunque, perché sappia consigliarmi sul mio outfit da Design Week. Dopotutto entrambe abbiamo sul nostro blog un bell’armadio che, almeno con gli occhi, potete saccheggiare anche voi: lei di capi vintage, io di design.

Sentiamo un po’ cosa mi (ci) consiglia.

| N | Allora, Clarissa, il tema è scottante. Come ci si veste per il Salone?

| C | Bella domanda, Nora! In linea di principio la regola da seguire è sempre quella di vestirci come siamo abituate a fare, in modo da stare a nostro agio e, come sempre, di evitare gli eccessi.


| N | Per chi, come noi, si presenta alla Design Week in veste di blogger, come è possibile coniugare eleganza e praticità? Macchina fotografica, tablet, immancabile quaderno per gli appunti, cataloghi: il tutto è un bel fardello da portarsi dietro. Come si fa a non apparire ingombranti e sovraccariche?

| C | Come per la Milano Fashion Week, alleggerirsi il più possibile e portare con sé solo gli strumenti di lavoro essenziali dovrebbe essere il nostro mantra. Quindi, se è normale essere tentate di portare con noi la reflex, pensiamo che una compatta di buon livello andrà benissimo, così come ormai sono perfette anche le camere di tutti gli smartphone più recenti (che, tra l’altro, sono l’ideale per postare le foto sui social in tempo reale!). Per quanto riguarda il pc, a meno di avere il MacBook Air, il tablet sarà un eccellente alleato per aggiornare il blog anche in un caffé e per prendere appunti.


| N | Dicono che in un outfit sia l’accessorio – sempre – a fare davvero la differenza. Qual è l’accessorio must per la Design Week?

| C | Senza dubbio l’accessorio must é una borsa capiente che abbia i manici lunghi abbastanza da essere anche portata a spalla. Perché? Oltre alla camera compatta e al tablet, sarà perfetta per essere caricata con i cataloghi. La mia borsa ideale per la Design Week é una tote bag vintage di Gucci, che mia madre usava quando lavorava e che io ho usato spesso carica di contratti e di faldoncini!

#DesignWeek. ma come mi vesto?

| N | Tema scottante: le temperature milanesi nella seconda settimana di aprile. C’è chi mi raccontava di aver vagato per le strade cittadine ricolme di design in un sottile trench primaverile e aver rischiato l’assideramento. Mentiva o era sincero? Se la risposta giusta è la seconda, cosa consigli per imbacuccarsi per bene senza apparire goffe in inaccettabile mise invernale?

| C | Se il clima decide di non collaborare, ahimè è vero, ma anche in caso di clima piacevole, come sembrerebbe per questa volta (speriamo!), occorre sempre tener presente che qui l’escursione termica mattina-mezzogiorno-sera é tipicamente di una decina di gradi, a volte anche di più, e l’umidità é generalmente alta, quindi bisogna ricordarlo sempre per non sciogliersi in improbabili maschere di sudore nelle ore di mezzogiorno e, al tempo stesso, non morire di freddo nel tardo pomeriggio. Quindi, controllate minuziosamente le previsioni di tutti i siti meteo possibili! L’ideale sarebbe indossare un blazer di peso medio-leggero, una camicia (perché no, di seta) o una felpa, dei jeans o una longuette a sigaretta, delle scarpe comode e basse come francesine o sneakers e una pashmina con cui avvolgersi in caso di freschetto e che in borsa prende poco spazio. Praticamente delle cipolle fashion!

#DesignWeek. ma come mi vesto?

| N | Immagino che, per completare un perfetto outfit da Salone, sia necessaria una certa disinvoltura. Cosa consigli ai neofiti dell’evento? Qualche trucco per nascondere la timidezza?

| C | All’inizio tutti ci siamo lasciati intimidire da questo mondo nuovo, ma presto ci siamo accorti che non era il caso! Quindi, tranquilli e sereni, sorriso, bigliettini da visita a portata di mano e tante chiacchiere tra una foto e un tram da prendere al volo!


| N | Chiudiamo in bellezza. Sbizzarrisciti con la tenuta da party serale al Fuorisalone!

| C | Gonna a pieghe in stile anni 50, camicia, decolleté con tacco medio e una clutch a mano!

#DesignWeek. ma come mi vesto?

Ringrazio tantissimo Clarissa de La Stanza degli Armadi (che trovate anche su facebook e su twitter) per i suoi preziosi consigli e corro a comporre il mio outfit per la Design Week. Il sorriso non mi manca, come la voglia di scoprire questo evento, quindi, forse, non ho tanto lavoro da fare… O forse sì?

Nora


altri post per approfondire

INSTAGRAM
il mio mondo per immagini