outfit di tendenza e su misura per la casa
Stai leggendo

Milano in legno

Milano in legno

 

Milano in legno

Legno. Sta bene con tutto: tessuti, colori, acciaio, pelle, imbottiture, vetro. E’ un materiale antico che, senza fare tante storie, sa stare al gioco del contemporaneo. Si piega con facilità a nuove forme e, senza che te ne accorgi, se ne va a pescare qualcosa nel passato e te la ripropone lì, fresca fresca, come fosse nuova di zecca.

Milano in legno

Da Carl Hansen & Son al prossimo Salone milanese, ad esempio, avremo a che fare con il legno di Hans Jørgen Wegner piegato alle linee sinuose, ergonomiche e organiche della CH88, attuale come non avesse più di sessant’anni di vita. Nuovo il colore, però, anche se pescato nelle palette del designer danese che, con le sue cento e più sedie messe in produzione, è un po’ il re scandinavo del complemento domestico per eccellenza.

Milano in legno

Lo schienale della CH88, avvolgente e leggero, è il posto dove chiunque di noi, alla fine di una cena fra amici, allungherebbe volentieri le braccia per farle riposare prima di mettersi a riordinare e impilare quattro sedie una sull’altra. Design e praticità; questo, sempre, il bello della produzione dei paesi nordeuropei.

Milano in legno

Pescano lontano, invece, le radici del Colonial Sofa e Coffee Table di Ole Wanscher. Parliamo sempre di legno e di Carl Hansen & Son ma, stavolta, respiriamo anche il profumo della morbida pelle imbottita e di remote terre coloniali. Freddo nord e calde atmosfere del sud: una contraddizione in termini. E invece i materiali sopiscono i contrasti e li trasformano in raro ed elegante equilibrio.

Milano in legno

Milano in legno

Milano in legno

Ergonomia e versatilità d’uso definiscono invece il design della sedia aye, protagonista, insieme al tavolo yps, dell’allestimento di TEAM 7 al Fuorisalone presso lo spazio Austrian Design Pioneers in via Palermo 10 (La Pelota). Premiata con il red dot interior award e disegnata da Jacob Strobel, la sedia in legno e tessuto (o pelle) presenta quest’anno un incremento funzionale: la base girevole e ammortizzata che è capace di accompagnare dolcemente i movimenti del corpo al momento di sedersi e di alzarsi.

Milano in legno

E poi, al Salone, c’è Valsecchi 1918. Ve ne ho parlato così tante volte qui, sulle pagine del blog, che alcuni di voi non ne potranno più. Potete sopportarmi ancora solo per due immagini? Stavolta non ve le racconto neanche, tanto sono efficaci e giocose. Aspetto di vedere Ostrich e Schegge in fiera, dal vero.

Milano in legno

Milano in legno

Ho aperto con una storia di design nordeuropeo e non posso che chiudere con una che, invece, ha profonde radici nella nostra terra e, in particolare, nel Distretto della Sedia di Manzano. Ha più di sessant’anni (portati benissimo), si chiama Zilio A&C (dove A sta per Aldo e C sta per Carlo) e porta al Salone un calore domestico e una freschezza di intenti e risultati progettuali che a volte, a camminare per gli stand, proprio non ti aspetti di trovare. Sono curiosa.

Milano in legno

Milano in legno

Milano in legno

Negli spazi di Cascina Cuccagna, infine, il rigore e la tradizione domestica del legno lasciano spazio alla poesia di Giulia Berra che, insieme a molti altri, partecipa all’allestimento di Goodesign – The natural circle. Il materiale è interpretato come ingrediente di una rada foresta artificiale che è anche una quinta, un reticolo. Arte dalla natura.

Milano in legno

Milano Design Week list

Carl Hansen & Son | Salone | Padiglione 5 Stand D04

Valsecchi 1918 | Salone | Padiglione 16 Stand F34

Zilio A&C | Salone | Padiglione 10 Stand E15

TEAM 7 | Fuorisalone | La Pelota, Austrian Design Pioneers, via Palermo 10

Goodesign The natural circle | Cascina Cuccagna, via Cuccagna 2/4

#weblogsaloni

Non ditemi che non avete notato le belle faccine che introducono, su in cima, la prima immagine del post. Se vi chiedete che significato hanno, qui vi dico solo che appartengono alle dieci blogger (una sono io!) che raccontano la Milano Design Week 2015 per filo e per segno. Per il resto, andate a leggere qui e scoprite cos’è il progetto #weblogsaloni!

[#weblogsaloni | comunicato stampa ITA | press release ENG]

Nora


altri post per approfondire

INSTAGRAM