outfit di tendenza e su misura per la casa
Stai leggendo

cosa un Home Personal Shopper può fare per te

cosa un Home Personal Shopper può fare per te

Quello che state per leggere è un racconto scaturito dalla divertente intervista live su facebook che ho condotto con il gruppo degli HPS Official Angels, gli Home Personal Shopper italiani.

Scopo dell’intervista: capire in cosa consiste una consulenza di Home Personal Shopping. Per farlo non mi è venuto in mente nulla di più sensato che mettermi dall’altra parte della barricata e interpretare un inedito ruolo di committente.

[Breve nota per la lettura. I post tratti da facebook sono interattivi. Potete trattarli come se foste sulla pagina del social network: aggiungere like, commentare, condividere. Ogni nuovo tassello arricchirà l’intervista!]

intervista live agli HPS Official Angels: come tutto è iniziato

Tutto è iniziato domenica 22 febbraio quando, alle 18.26, ho deciso che, di lì a breve, avrei cestinato la mia sudata laurea in Architettura. Non pura follia (non solo, almeno), ma un tentativo di mettermi nei panni de l’altro; nei panni del nemico più temuto da ogni professionista che si rispetti: il Committente.

 

Così io, Nora, da quella domenica, a tratti non sono più un architetto ma un committente. E ho una faccenda da risolvere.

intervista live agli HPS Official Angels: giorno 1

 

Come vedete la mia camera da letto è spoglia e impersonale. Urge un intervento drastico per tirarla su di morale e regalarle freschezza e colore. Non so a chi rivolgermi, però, per avere un parere autorevole e professionale sul miglior intervento da attuare. Ho letto da qualche parte della figura dell’Home Personal Shopper ma non ho affatto le idee chiare su chi sia e cosa possa fare eventualmente per me.

Alla fine della prima giornata di sondaggio online, finalmente, sono in grado di dare una definizione precisa della figura dell’Home Personal Shopper. A trovarla e affinarla hanno contribuito molte persone, partecipando all’intenso e stimolante dibattito.

 

intervista live agli HPS Official Angels: giorno 2

 

I primi nodi sulla mia camera da letto iniziano a venire al pettine. Così come ci sono alcuni aspetti, funzionali ed estetici, che stravolgerei completamente, ci sono oggetti dai quali non potrei mai separarmi, perchè legati al mio vissuto e ai miei affetti. Gli HPS Official Angels mi tartassano di domande per individuare le mie esigenze e i miei gusti e, in generale, conoscermi meglio.

Alla fine di una lunga e intensa chiacchierata virtuale, raccolgono tutte le informazioni in un piccolo book. Nelle sue pagine è annotato anche un dettaglio indispensabile per definire al meglio il progetto: il mio budget, che ammonta a 700 euro ed esclude la parcella professionale che compenserò a parte.

A me non resta che aspettare, impaziente, le prime proposte progettuali. Sono tranquilla, però, perchè la mia camera da letto è nelle mani di professionisti del settore, per i quali parole come restyling e relooking sono all’ordine del giorno.

Cerco di rilassarmi, ma maschero a fatica l’attesa e l’emozione.

 

intervista live agli HPS Official Angels: giorno 3

Fioccano proposte e sono molto emozionata! Sono cinque, per la precisione, e ci mettiamo a discutere insieme di ciascuna nei suoi pro e contro.

prima proposta, di Rosa Strano e Rosalia Spinella

 

seconda proposta, di Valentina Di Roma

 

terza proposta, di Laura Petrolo

 

quarta proposta, di Francesca Giovannini

 

quinta proposta, di Claudia Brachini

 

intervista live agli HPS Official Angels: giorno 4

Mi prendo po’ di tempo per valutare le diverse proposte degli HPS Official Angels. Cerco di immaginare la nuova organizzazione funzionale della stanza e, infine, individuo la soluzione progettuale che mi calza a pennello: la quinta, opera di Claudia Brachini.

 

E ora? Tutto finito? Neanche per sogno! Gli HPS Official Angels riprendono a lavorare con impegno e competenza. Stavolta il loro obiettivo è tirare fuori delle moodboard, delle raccolte di immagini e palette di colori che individuano il mood dell’ambiente, le sue caratteristiche materiali e cromatiche.

intervista live agli HPS Official Angels: giorno 5

Colori e forme piombano davanti ai miei occhi. All’inizio sono un po’ spaesata. Cerco di guardare tutto con calma, focalizzando l’attenzione sull’insieme e su ciò che, fin dal primo attimo, mi conquista e mi sembra mio. E’ un po’ come innamorarsi; non di una persona, ma di uno spazio e della sua qualità.

prima proposta, il rigore e la semplicità di Valentina Di Roma

 

seconda proposta, il colore e la luce di Francesca Giovannini

 

terza proposta, la femminilità pastello di Laura Petrolo

 

quarta proposta, la creatività pura di Loredana Bonsignore

 

Claudia (Brachini) mi suggerisce di non ragionare troppo (la testa pensante è quella dell’Home Personal Shopper!) e di lasciarmi guidare dal cuore, dall’istinto. Difficile per me, che sono razionale e pianificatrice! Cerco però di seguire il suo consiglio.

intervista live agli HPS Official Angels: giorno 6

Il mio mood è quello descritto da Laura Petrolo! Mi aveva conquistato subito ma, come ho detto, la mente si era messa in mezzo tra la scelta e il cuore…

 

intervista live agli HPS Official Angels: gli ultimi dettagli e la sorpresa finale

Fin qui tutto bene, a parte un dubbio fugace ma insistente: ma l’attività dell’Home Personal Shopper si limita a questa sola fase creativa e progettuale preliminare?

La risposta, negativa, non tarda ad arrivare. Gli HPS Official Angels rimarcano la necessità, per il relooking della mia camera da letto, di rimanere entro il limite del budget stabilito inizialmente: 700 euro, escluso il loro compenso professionale. Io non posso che essere d’accordo!

Si impegnano anche, se lo desidero, a offrirmi un servizio chiavi in mano: fare gli acquisti previsti per mio conto, verificare la consegna dei materiali, provvedere al loro montaggio e allestimento, seguire gli artigiani nelle loro giornate di lavoro nella mia camera da letto.

Compilano dunque una lista dettagliata delle lavorazioni previste, delle forniture e della manodopera necessaria a rendere il progetto realtà tangibile. Eccola, semplificata e ridotta per risultare leggibile nel contesto dell’articolo e corredata da una moodboard riassuntiva, elaborata da Laura Petrolo.

cosa un Home Personal Shopper può fare per te

operazioni e lavorazioni previste

1 | per rimpolpare un po’ il budget, mettiamo in vendita le due cassettiere di Ikea già presenti nella camera e ricaviamo 60 euro;

2 | spostiamo l’armadio d’angolo e contattiamo un falegname che possa adattarlo alla configurazione lineare scelta, da posizionare lungo la parete davanti al letto;

3 | allo stesso artigiano facciamo ricavare una piccola libreria o uno scaffale a giorno con il materiale in eccedenza che risulta dalla modifica apportata all’armadio;

4 | a un pittore facciamo tinteggiare la parete corrispondente alla testata del letto in una tinta azzurra analoga a quella che utilizziamo per rimettere a nuovo la sedia in legno e paglia di Vienna che già è presente nella stanza;

5 | manteniamo il letto, che ha una linea semplice e pulita;

6 | acquistiamo un tappeto, dei tavolini, le tende e un nuovo completo letto

la lista della spesa

tappeto | 39,99 euro

federa | 15,99 euro

copripiumino | 39,99 euro

telo arredo | 29,99 euro

tende | 69,90 euro

tris di tavolini | 89,99 euro

manodopera e materiali falegname | 150,00 euro

manodopera e materiali pittore | 250,00 euro

il risultato sperato!

Dopo tante parole, ora è l’emozione a prendere il sopravvento. Così, a parte qualche dettaglio, sarà la mia nuova camera.

cosa un Home Personal Shopper può fare per te

[render Mara Miglio]

cosa un Home Personal Shopper può fare per te

[render Mara Miglio]

Il quadro, per chi si chiedesse chi sia l’autrice di tale meraviglia, è della mia amica Valeria Di Blasio, architetto, che sta scommettendo su una professione alternativa e nobile.

Allora, che ne dite? L’Home Personal Shopper può fare qualcosa per voi o no?

grazie

E’ arrivato il momento del grazie, rivolto a tutte le persone che hanno lavorato sodo per far nascere e crescere bene questo piccolo ma intenso progetto di condivisione che, partendo dal virtuale, ha buone, buonissime possibilità di trovare radici profonde nel reale.

Grazie in particolare a:

Claudia Brachini, Valentina Di Roma, Francesca Giovannini, Mara Miglio, Laura Petrolo, Loredana Bonsignore, Rosa Strano e Rosalia Spinella, oltre, naturalmente, alla coordinatrice del gruppo HPS Official Angels Simona Nurcato, amica e collega blogger.

Nora


altri post per approfondire

INSTAGRAM