Stai leggendo

vita di condominio: riparazione dei balconi aggett...

vita di condominio: riparazione dei balconi aggettanti

vita di condominio: riparazione dei balconi aggettanti

vita di condominio: riparazione dei balconi aggettanti | ponteggi per il cantiere di manutenzione

Sui social mi sono già abbondantemente lamentata di un fatto, ma su queste pagine ancora no. Inizio ora.

Il motivo del lamento è che, ormai da mesi, la mia palazzina è fasciata dai ponteggi per la manutenzione delle facciate. I lavori stanno andando per le lunghe perché, come spesso succede in questi casi, gli imprevisti sbucano fuori a ogni angolo, man mano che il cantiere procede con le varie lavorazioni dall’alto verso il basso.

Inutile dire che la spesa inizialmente preventivata e approvata in assemblea condominiale, ripartita tra i condomini come previsto dalla normativa, continua a lievitare. Sembra quasi che non ci sia modo di arginarla entro limiti accettabili e pare che i prossimi cinque anni mi vedranno sborsare ogni mese un assegno bello consistente.

C’è di buono che, confrontandoci tra condomini, abbiamo optato per una rateizzazione del pagamento. Fronteggiare la spesa per intero nel corso dei soli mesi di lavoro sarebbe stato davvero impossibile!

Considerazioni di ordine economico a parte, c’è da dire che, ancora una volta (anche se come committente e non come tecnico), ho a che fare in edilizia con problemi che, pur causati da una cattiva manutenzione, sono in realtà legati a doppio nodo all’errata conformazione di alcuni elementi architettonici della facciata già al momento della costruzione dell’edificio.

La mia palazzina, edificata con licenza edilizia del 1965 e completata alla fine del 1967, è il risultato di scelte progettuali che, per quanto singolari, caratterizzano purtroppo buona parte del patrimonio edilizio romano della stessa età.

vita di condominio: riparazione dei balconi aggettanti

balconi aggettanti | il frontalino sagomato con il gocciolatoio

I frontalini dei balconi aggettanti mancano di gocciolatoio e l’intonaco, prima dell’inizio dei lavori, era in tale stato di decoesione rispetto al supporto da cadere a pezzi alla prima battitura, neanche troppo vigorosa.

Quando parlo di intonaco degradato non mi riferisco solo a quello applicato in verticale sulle facciate, parzialmente rivestite in cortina di mattoni (per fortuna!), ma anche e soprattutto a quello applicato sull’intradosso dei balconi aggettanti.

Macchie, lacune, muffe e ogni genere di rovina li caratterizzavano prima che gli operai riportassero alla luce, durante la fase di demolizione, la struttura sottostante e parte dei ferri di armatura, anch’essi parzialmente interessati da ossidazione e quasi completamente mancanti di strato copriferro. Un disastro.

Indovinate a quale mancanza è possibile attribuire in larga massima questo stato di degrado avanzato? Ci siete?

Ve lo dico io. I balconi aggettanti – udite, udite – sono completamente sprovvisti di impermeabilizzazione. Con questa frase non intendo dire che l’impermeabilizzazione c’è ma è fatta male / si è degradata / è lacunosa e rappezzata. No, dico proprio che non esiste, non essendo stata (forse) prevista nel cantiere di costruzione della palazzina.

vita di condominio: riparazione dei balconi aggettanti

Va da sé che uno si può mettere a risanare l’intonaco nei sotto-balconi quanto vuole, ma se non pensa a proteggere l’estradosso, pavimentato con il klinker che negli anni ’60 non si negava a nessuno, il lavoro è inutile, dispendioso e non porta buoni risultati a lungo termine.

Ecco. Vai a far capire questo a una ventina di condomini furiosi per il lievitare del preventivo dei lavori… Non vorrei essere – come lo sono stata già più volte – nei panni del Direttore dei Lavori serio, responsabile e pienamente cosciente del problema che mette in relazione impermeabilizzazione / balconi / intonaco all’intradosso.

I frontalini intanto li abbiamo rifatti. A maggioranza l’assemblea condominiale ha votato per una loro lieve modifica che inciderà di sicuro sulle prossime necessità manutentive. I frontalini sono stati infatti risagomati con l’introduzione di un gocciolatoio, che impedirà all’acqua sul balcone soprastante di rigirare e andare a bagnare l’intonaco all’intradosso. Piccoli passi avanti.

Ma torniamo all’orribile e datato klinker e al problema dell’impermeabilizzazione. Per risolverlo è possibile percorrere due strade:

  1. Procedere al rifacimento complemento della pavimentazione dei balconi aggettanti e del substrato, introducendo lo strato di impermeabilizzazione, rifacendo il massetto e posando un nuovo pavimento per esterni
  2. Rivestire con uno strato impermeabile particolarmente performante la pavimentazione esistente, avendo cura di accertarne preventivamente l’integrità e scegliendo una nuova finitura superficiale compatibile con il colore scelto per la facciata e per gli altri elementi architettonici della palazzina

vita di condominio: riparazione dei balconi aggettanti

Il balcone è mio e decido io. Scrivo questo perché, come chiarito in più parti (anche in questo articolo su Lavorincasa a cura dell’avv. Gallucci), la proprietà dei balconi aggettanti (estradosso e intradosso) è dei condomini per i quali i balconi stessi costituiscono un prolungamento verso l’esterno del pavimento delle proprie abitazioni.

Sono quindi libera di decidere (e di pagare per intero, purtroppo) l’intervento da attuare per preservare il mio balcone dai futuri danni legati all’azione degli agenti atmosferici, pioggia in primis (e acqua di annaffiatura delle piante della signora al piano attico in seconda battuta).

Opto per la seconda soluzione e, dopo un po’ di ricerche sul web, capito sul sito di Triflex, azienda leader in Europa per i sistemi liquidi di protezione rispetto all’acqua. Ad attirare la mia attenzione è la pagina dedicata ai Triflex FloorTattoos che combinano la funzionalità del rivestimento impermeabilizzante con un’estetica innovativa e personalizzabile.

vita di condominio: riparazione dei balconi aggettanti

balconi aggettanti | come impermeabilizzarli con i Triflex FloorTattoos

Si chiamano Tattoos perché, proprio come un vero e proprio tatuaggio sul corpo, devono rispecchiare il gusto e la personalità di chi li sceglie. L’unica differenza è che in questo caso non parliamo di pelle ma di superficie pavimentata!

In pratica si tratta di uno strato di impermeabilizzazione che, invece che venire interposto al di sotto della pavimentazione tradizionale in ceramica o pietra, viene applicato al di sopra di questa. Essendo senza giunti e discontinuità, garantisce un’adesione perfetta al supporto e la sua completa protezione rispetto all’acqua e agli altri agenti atmosferici.

Il valore aggiunto è che lo strato impermeabilizzante non rimane un elemento anonimo scelto unicamente per la sua funzione, ma acquisisce dignità estetica grazie alla possibilità di colorarlo e decorarlo come un vero e proprio tatuaggio per il pavimento.

[io, comunque, non vedo l’ora che il mio balcone torni così come l’ha visto nelle foto post restyling dell’anno scorso]

Triflex FloorTattoos | il configuratore

Dopo un po’ che navigo sul sito di Triflex, capisco che per i Tattoos esiste anche un configuratore in grado di dare una prima idea di progetto, da personalizzare e approfondire in un momento successivo.

Ci gioco un po’ e viene fuori questo disegno.

vita di condominio: riparazione dei balconi aggettanti

Credo che risieda nel mio inconscio la volontà di scacciare la consapevolezza del mio pollice nero, provando a tatuare sul nuovo pavimento impermeabile un fiore che sa di primavera e d’estate. Per il colore di fondo mi sono mantenuta sul classico: il rosso mattone che ricalca quello del klinker sottostante.

Vi lascio alle immagini di altre proposte Triflex e, magari, vi aggiorno sui progressi del cantiere.

balconi aggettanti | i Triflex FloorTattoos per proteggere il pavimento

vita di condominio: riparazione dei balconi aggettanti

vita di condominio: riparazione dei balconi aggettanti

vita di condominio: riparazione dei balconi aggettanti

Nora

Buzzoole


altri post per approfondire

INSTAGRAM
il mio mondo per immagini