outfit di tendenza e su misura per la casa
Stai leggendo

outfit per zona notte | linee pulite e colore

outfit per zona notte | linee pulite e colore

 

outfit per zona notte | linee pulite e colore

Volete sapere qual è l’obiezione più ricorrente in una discussione sul colore per un ambiente interno? Eccola: ma se poi questo colore mi stanca?

Credo di averla sentita decine di volte e il risvolto negativo che ne nasce immediatamente dopo è che la strada del colore – applicato alle pareti o concentrato in un unico elemento di arredo – viene definitivamente abbandonata, per navigare nel mare sereno dei neutri evergreen. Alla lunga sono proprio questi ultimi a poter stancare, un po’ anonimi e spenti…

outfit per zona notte | linee pulite e colore

Eppure un’altra rotta esiste e permette di continuare ad amare il colore, mantenendo una certa fedeltà alla geometria e alla pulizia formale. Cerco di indicarvela.

In pratica si tratta di procedere per volumi e concentrare il colore in punti inaspettati, magari invisibili al primo colpo d’occhio e capaci di suscitare un po’ di sorpresa quando poi, all’improvviso, vengono fuori nella loro brillantezza. L’insieme degli arredi e delle superfici va mantenuto invece piuttosto neutro e il legno, in questa operazione, è l’alleato più fedele.

outfit per zona notte | linee pulite e colore

Pensiamo ad esempio a una zona notte da tenere in perfetto equilibrio tra linee pulite e colore. Per ispirazione ho sottomano, oltre alle immagini dello spazio soggiorno/cucina del loft ristrutturato dall’olandese Dries Otten all’interno di un vecchio edificio scolastico (fotografie di Jef Jacobs), alcune proposte di Gruppo Tomasella. Mi sembrano perfette come punto di partenza per inserire il colore in modo discreto all’interno di un ambiente.

La base neutra è compito del legno e dei volumi semplici. In questo senso la scelta di un letto dalle linee essenziali e discrete – in cui il dettaglio, trattato come inserto, è definito da un semplice ton sur ton – mi sembra vincente e piuttosto rassicurante per chi ha paura del colore.

outfit per zona notte | linee pulite e colore

[Gruppo Tomasella, letto Joker]

Il letto, infatti, insieme all’armadio, occupa spazialmente e visivamente la maggior parte dello spazio della camera da letto. Joker, Charlie e Tablet (quest’ultimo ha anche l’illuminazione da notte integrata) sono i tre letti che più rispecchiano le nostre esigenze progettuali.

outfit per zona notte | linee pulite e colore

[Gruppo Tomasella, letto Charlie]

outfit per zona notte | linee pulite e colore

[Gruppo Tomasella, letto Tablet]

Introdotta nella zona notte la base neutra, piuttosto statica, si può iniziare a giocare. Dicevamo che sono disponibili, a portata di tutti, due strumenti per farlo: la geometria dei volumi semplici e il colore dosato con cura.

Utilizziamo il primo e affianchiamo al letto una serie di mobili contenitori dinamici e un po’ inaspettati. Si chiamano Replay e sono sempre di Gruppo Tomasella.

outfit per zona notte | linee pulite e colore

In ultimo aggiungiamo il colore. L’idea è di osare, per piccole porzioni, con toni decisi e tendenti al fluo, proprio come questi del progetto Snego delle svedesi Katarina HornwallGabriella Rubin.

outfit per zona notte | linee pulite e colore

Il bello di questi blocchetti dalle tante sfaccettature è che lasciano intravedere, sotto la velatura di colore, le venature del legno e quindi fanno proprio al caso mio mentre cerco di mettere d’accordo legno neutro + colore per la zona notte!

outfit per zona notte | linee pulite e colore

Spero quindi che, arrivati alla fine di queste ispirazioni e riflessioni sul colore, non vi stupirete di una collezione di mobili contenitori per la zona notte come Athena: inserti dalle laccature vivaci (disponibili anche a mosaico) e dettagli inaspettati.

Nora


altri post per approfondire

INSTAGRAM