outfit di tendenza e su misura per la casa

se avessi casa a Montmartre

 

se avessi casa a Montmartre

Se avessi casa a Montmartre, ci entrerei attraversando una porta rossa come questa. Una manciata di gradini mi allontanerebbe dalla confusione del quartiere, ma non troppo; solo il necessario. Un cancello in ferro battuto, verniciato di nero, mi aspetterebbe ogni giorno socchiuso; l’edera invadente e fresca.

La domenica mattina, tornando a passi lenti dalla Boulangerie Raphaëlle (rue André del Sarte) con in mano un sacchetto di croissant e sotto il braccio l’immancabile, fragrante baguette, troverei forse un gatto, lì davanti alla porta rossa. Migliorerebbe ancora la fotografia, se possibile.

Il suono dei passi sul pavimento dell’androne annuncerebbe a chi mi aspetta il mio arrivo; il tè subito versato, i tovaglioli spiegati sulle ginocchia.

se avessi casa a Montmartre

Se abitassi in una casa a Montmartre, un pomeriggio, potrei salire qualche gradino ancora e andare a godermi la vista di Parigi dal Sacré-Cœur. La foschia e una buona dose di grigio le donerebbero, appianando le contraddizioni e le stonature.

se avessi casa a Montmartre

Farei miei, catturandoli con gli occhi, i tetti, i comignoli e qualche raro sognatore affacciato alla finestra in ozio. Aspetterei il calare della sera per contare le luci accendersi in case diverse e vicine alla mia. Il bianco e nero crescerebbe, aumentando i contrasti.

se avessi casa a Montmartre

se avessi casa a Montmartre

Mi farebbe ricordare i rumori assordanti e la folla di Barbès, giù ai piedi della collina: la metropolitana con i suoi ponti in ferro, le piastrelle bianche diamantate e le panche in legno amiche di tante fatiche giornaliere.

se avessi casa a Montmartre

se avessi casa a Montmartre

La sera, se avessi casa a Montmartre, me ne andrei a bere un bicchiere di vino a Le Bon Bock (rue Dancourt). La storia affacciata alle pareti – 1879, se non sbaglio, la fondazione – mi farebbe compagnia e il ricordo della giornata mi accompagnerebbe poi fin su, a casa: colori prima vivaci e poi via via più spenti, timidamente romantici e decadenti, anche nei graffiti di città.

se avessi casa a Montmartre

se avessi casa a Montmartre

se avessi casa a Montmartre

se avessi casa a Montmartre

se avessi casa a Montmartre

se avessi casa a Montmartre

Maison et Objet | #DesignOutfitInParis

Puoi seguire la mia trasferta parigina a Maison et Objet attraverso la pagina dedicata all’evento o, sui social, con l’hashtag #DesignOutfitInParis.

You can follow my Parisian tour to Maison&Objet on this page or through the socials with #DesignOutfitInParis hashtag.

Maison et Objet | #DesignOutfitInParis

Nora


altri post per approfondire

INSTAGRAM