Stai leggendo

grandi magazzini, i luoghi del design in Europa

grandi magazzini, i luoghi del design in Europa

 

grandi magazzini, i luoghi del design in Europa

Qualche settimana fa ero a Parigi in occasione di Maison et Objet. Una buona scusa quella di affiancare il lavoro a una vera e propria gita da turisti! Spostandomi velocemente grazie alle molte linee della metropolitana, ho potuto visitare in pochi giorni gran parte della città. Meta imperdibile le Galeries La Fayette in Boulevard Haussman, inaugurate già nel 1912 a partire dall’impianto di un semplice laboratorio di confezioni di moda.

Sempre a Parigi, Le Bon Marché, aperto fin dal 1850 e fondato da Aristide Boucicaut, viene considerato il primo grande magazzino del mondo.

Questi due esempi francesi mi danno l’occasione per raccontarvi qualcosa sul significato di grande magazzino o centro commerciale. Da molti viene considerato il non luogo per eccellenza, dove le persone camminano circondate dalle vetrine di mille negozi e, in realtà, non vanno in alcun posto specifico.

Intrecciare relazioni, sostando per motivi diversi dall’acquisto, è cosa rara. E’ ammesso l’anonimato e l’esplorazione dei diversi spazi dell’edificio è spinta dal desiderio principale di fare acquisti. Interessante, oltre a studiare il significato sociale del non luogo, capire la logica funzionale sottesa all’organizzazione di un edificio strutturato per ricevere e distribuire merci in modo veloce e costante nel tempo.

Immagino le aree di stoccaggio, invisibili agli occhi dei visitatori, dense di file e file di scaffalature metalliche industriali contenenti ogni genere di merce: vestiti, accessori per la casa, generi alimentari. Quello che invece emerge, naturalmente, è la superficie: la decorazione, i colori, l’illuminazione. Proviamo a scoprirla in alcuni grandi magazzini tra i più famosi e visitati in Europa?

grandi magazzini | Harrods a Londra

grandi magazzini, i luoghi del design in Europa

[immagine via Harrods]

Interni lussuosi, più di trecento reparti di vendita e una posizione centralissima vicina a Hyde Park fanno del londinese Harrods uno dei grandi magazzini più esclusivi al mondo. Lungo i suoi sette piani aperti fin dal 1849 è distribuito un assortimento di oggetti di grande valore, irresistibile attrazione per migliaia di visitatori che varcano la soglia dell’edificio ogni giorno. Gli slogan di Harrods? Dallo spillo all’elefante e Tutto per tutti, ovunque.

grandi magazzini | El Corte Inglés a Madrid

grandi magazzini, i luoghi del design in Europa

[immagine via]

El Corte Inglés nasce nel 1890 a Madrid come piccola sartoria specializzata in abbigliamento per bambini. Attraverso lunghe vicissitudini di imprenditoria familiare, diventa marchio e simbolo di una serie di servizi riservati ai clienti della vendita al dettaglio.

A differenza dell’esclusivo Harrods, il modello di grande magazzino spagnolo (che conta attualmente, nella sola nazione d’origine, più di ottanta punti vendita) si propone come luogo dove è possibile acquistare tutto e sono disponibili prodotti per ogni categoria di clienti.

Il layout comune del negozio, riproposto in ciascun punto vendita, è strutturato in percorsi ampi, ben definiti e illuminati. Fuori l’insegna verde con la scritta in corsivo segna l’ingresso, riconoscibile anche a grande distanza.

grandi magazzini | Le Bon Marché a Parigi

grandi magazzini, i luoghi del design in Europa

[immagine via MiND Magazine]

Torniamo da dove eravamo partiti: Parigi. Quello che avrei voluto davvero fare, durante la mia visita in città, sarebbe stato perdermi tra gli scaffali della divisione gastronomica del grande magazzino che, come dicevamo, è considerato il primo al mondo ad aver aperto i battenti.

La Grande Épicerie vale da sola la visita, grazie all’ampia selezione di ogni specialità; i vini, in particolare. Alcune etichette, fuori di lì, sono introvabili!

[articolo scritto in collaborazione con Metalsistem Lombardia, da oltre 40 anni leader nella progettazione e vendita di scaffalature industriali]

Nora


altri post per approfondire

INSTAGRAM
il mio mondo per immagini