Stai leggendo

luoghi del recupero e del design: club, bistrot, s...

luoghi del recupero e del design: club, bistrot, shop

recupero

luoghi del recupero e del design: club, bistrot, shop

Lasciata libera, come architetto, mi butterei senza esitazione a lavorare su un progetto di recupero. Poter riutilizzare, riqualificandolo e regalandogli una nuova vita, qualcosa che già esiste e occupa dello spazio nel tessuto fitto – e spesso difficile, contraddittorio – delle nostre città, è qualcosa che mi attrae fin dai miei primi passi nel mondo dell’architettura.

[immagine di apertura it.freeimages.com/alfonso diaz]

Il fascino – e insieme la difficoltà – di un progetto di recupero sta, prima di tutto, nell’individuare il bello dell’esistente: le caratteristiche che lo rendono speciale e riconoscibile e gli elementi che, inseriti nel complesso, raccontano la storia dell’edificio e delineano un’epoca, una funzione.

Poi viene il lavoro di integrazione, rivisitazione, scelta del nuovo in armonia con il vecchio: finiture, arredi, complementi, colori. Nel progetto possono trovare posto persino elementi inaspettati: vecchie insegne, scaffalature metalliche, antichi strumenti che sono romantica memoria di vecchie glorie.

Solo qualche giorno fa visitivamo, a Montréal, l’abitazione e lo studio di due designer: uno spazio rubato al degrado di un edificio a schiera costruito nel 1880. Oggi, invece, esploriamo luoghi dedicati al benessere e al piacere del vino e della conversazione.

Sparsi nel nostro paese ne esitono molti e, in queste poche righe, sono costretta a presentarvi solo una piccola selezione.

i luoghi del recupero | The Yard Boutique Hotel, Milano

luoghi del recupero e del design: club, bistrot, shop

[immagine via]

Il luogo perfetto per i dandy, per gli appassionati lettori, per i bevitori di whisky, per le gentildonne. Ecco The Yard, un hotel nella zona dei Navigli che, più che offrire ospitalità, propone un vero e proprio stile di vita.

Vecchi bauli, sedie da barbiere vintage, luci soffuse e personale affabile e discreto promettono ore tranquille al riparo dalla fretta cittadina. Facendo ruotare uno dei vecchi mappamondi in legno, poi, è possibile decidere la meta della prossima avventura intorno al mondo comodamente seduti in poltrona.

i luoghi del recupero | Zerogloss, Vicenza

luoghi del recupero e del design: club, bistrot, shop

[immagine via]

Lo shop che vorrei. Ho scoperto da poco che esiste, è a Vicenza e, in uno spazio industriale rubato all’abbandono, racchiude il meglio del design contemporaneo (e molto scandinavo!).

Superfici candide, arredo minimal e lampade black&white fanno sì che i protagonisti dello spazio siano gli oggetti in esposizione, acquistabili direttamente o attraverso lo shop online.

i luoghi del recupero | Wonderfool, Roma

luoghi del recupero e del design: club, bistrot, shop

[immagine via]

La cultura della barberia tradizionale napoletana rivissuta ai giorni nostri. Il Wonderfool a Roma, ricavato nello spazio di una vecchia bottega a piano strada, abbina il lusso maschile per eccellenza, a trattamenti per il benessere e, infine, a uno store di prodotti di nicchia.

L’allestimento degli spazi interni è vintage e di inequivocabile gusto inglese.

i luoghi del recupero | ristorante Manna Noto

luoghi del recupero e del design: club, bistrot, shop

[immagine via]

Che succede quando un designer e uno chef disegnano a loro modo un ristorante? Succede che una vecchia cantina seicentesca, attraverso un progetto di recupero e valorizzazione, diventa il luogo dove assaporare i piatti della tradizione sapientemente rivisitati e attualizzati e le migliori materie prime, sia nella cucina che nell’architettura, raccontano lo spirito di un luogo e la sua storia.

Il ristorante è il Manna Noto, nell’omonima cittadina siciliana; il designer è Gordon Guillamer, nato a Malta e con studio a Milano; lo chef è Gioacchino Brambilla, fondatore del locale insieme a Roberta Assolari e Manuela Alberti.

[articolo scritto in collaborazione con Prismac, azienda che fornisce un’ampia gamma di scaffalature metalliche e pareti mobili per ogni ufficio]

Nora


altri post per approfondire

INSTAGRAM
il mio mondo per immagini