outfit di tendenza e su misura per la casa

style trip a Varsavia

 

style trip a Varsavia

Mi sono informata. Posso essere a Varsavia, partendo da Roma, in poco più di due ore. E visto che il tuffo in una città che da più parti ho sentito definire vecchia e nuova insieme mi alletta parecchio, sono lì lì per prenotare il volo. Magari mi faccio un altro giro virtuale tra le immagini sul web, prendo qualche appunto e ci penso ancora un attimo.

Nella mia testa sta prendendo forma l’idea del viaggio perfetto: uno style trip da cui rubare ispirazioni per le future pagine del blog e iniziare a sviluppare un filone nuovo. Abbandonare per un po’ l’amato stile scandinavo non può farmi male; siamo legati con un doppio nodo d’amore che è impossibile sciogliere.

E frugare tra il design e l’architettura della vecchia Europa mi intriga non poco; dopo Vienna (che conosco bene) e Budapest (di cui sono innamorata persa), Varsavia è ai primi posti della mia travel wish list.

Vi va di motivare insieme, viaggiando con le immagini, le ragioni del mio style trip a Varsavia? Partiamo dal classico, dal vecchio che fa della popolosa capitale della Polonia un simbolo della storia, della monarchia e, allo stesso tempo, porta con sé il valore di una ricostruzione post bellica significativa e dignitosa.

style trip a Varsavia

[il Palazzo della Cultura e della Scienza, l’edificio più alto di tutta la Polonia (237 metri, 42 piani)]

style trip a Varsavia

[la piazza del Castello Reale all’ingresso della Città Vecchia]

Ma, a essere sincera, sono le immagini del nuovo a catturarmi e a farmi desiderare di saltare sul primo volo disponibile per Varsavia. Credo che sia per l’eclettismo degli ambienti interni che mi sono capitati sotto gli occhi, per il colore che sbuca da ogni parte, per la profonda e onnipresente attenzione per i materiali.

Tutto questo confluisce, nelle case, in spazi caldi e intimi, che sembrano sottratti con forza al freddo clima locale. A Varsavia, d’inverno, non si scherza; sotto zero garantito per almeno quattro mesi.

E poi c’è quell’amore per la decorazione che, a essere sincera, sono già abituata a leggere negli interni scandinavi. Una decorazione lieve, motivata, non posticcia, perfettamente coerente con l’ambiente e con i suoi materiali. Mai stucchevole o predominante, insomma.

style trip a Varsavia

Ho trovato ad esempio le immagini degli interni progettati dal KW Studio, un gruppo di progettisti capeggiati dalla giovane Klara Wesół. E mi sono innamorata (mi succede spesso, lo so!). Però credo che possiate capire il motivo; o no?

style trip a Varsavia

[immagine via KW Studio]

style trip a Varsavia

[immagine via KW Studio]

style trip a Varsavia

[immagine via KW Studio]

Sognando a occhi aperti il viaggio a Varsavia sono incappata, alla fine, anche in uno store che combina design, moda e food su più piani di allestimento. Si chiama Mysia 3 e ho già localizzato l’indirizzo sulla pianta della città.

style trip a Varsavia

Bene. E ora che faccio? Prenoto il volo? Mentre aspetto che il motore di ricerca dei low cost faccia il suo lavoro, faccio un’ultima visita a un link che ho scoperto da poco. Parla di 8 città, di 8 stili da esplorare e condividere. Un po’ misterioso, però; c’è ancora qualche giorno da aspettare per vedersi rivelate novità e ispirazioni. Aspettiamo insieme? Io ho già inserito la mia mail…

e se fosse un altro #StyleTrip?

style trip a Varsavia

Parigi | Milano | Mosca | Amsterdam | Berlino | Rio de Janeiro | Barcellona

Home Style Blogs

Questo post fa parte della rubrica Home Style Blogs | Trends & Stories, dedicata agli outfit e alle ultime tendenze del design raccontate, per immagini e parole, dai blog della rete Home Style Blogs!

Nora


altri post per approfondire

INSTAGRAM