Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno

Senza eccedere in dettagli per evitare accuse di spoiler, tempo fa vi avevo accennato che antoniolupi, l’azienda fiorentina con cui ho da poco iniziato a collaborare, si sarebbe presentata al Salone del Mobile 2019 in una nuova veste affascinante e inusuale.

Nello specifico legavo l’anticipazione al racconto sul Cristalmood, la resina trasparente colorata che, nell’immagine qui sopra, vedete disegnare i nuovi vasi Asa Nisi Masa di Calvi Brambilla (il nome, enigmatico e seducente, arriva dal capolavoro felliniano 8½, lo ricordate?).

Oggi, a visita allo stand fatta, posso raccontarvi tutto, adottando un punto di vista che, spero, potrà aiutarvi a considerare l’argomento scelta materiali per bagno in un modo nuovo, profondamente connesso all’idea di spazio domestico come unica, legata alle emozioni oltre che alle funzioni.

So bene che queste ultime, indispensabili, costituiscono da sempre la guida principale per l’acquisto degli arredi più impegnativi della casa, soprattutto quelli che, per motivi storici ed economici, sono destinati a durare nel tempo per una e forse più generazioni. L’obiettivo che vorrei raggiungere, però, è quello di mostrarvi come uno stesso oggetto, progettato per assolvere a una funzione, possa, declinato in diverse versioni materiche e/o cromatiche, procurare sensazioni ed emozioni specifiche, più o meno aderenti al vostro sentire.

Stare bene in casa – in bagno come negli altri ambienti – non è solo questione di funzionalità, insomma, ma è qualcosa di molto più istintivo e profondamente personale.

la Galleria di antoniolupi al Salone del Mobile: un percorso materico e sensoriale

Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
la Galleria di antoniolupi al Salone del Mobile: un percorso materico e sensoriale

Riuscite a intravedermi, riflessa in uno dei tanti specchi Collage disegnati da Luca Galofaro per antoniolupi? Se la risposta è sì, avete la prova della mia passeggiata lungo la Galleria allestita in fiera dall’azienda e organizzata, secondo il progetto di Calvi Brambilla, in una piacevole sequenza di spazi più o meno ampi, caratterizzati, di volta in volta, da un tema diverso: colore, marmo, specchi, fuoco e acqua.

In questo elenco, caratteristiche estetiche, suggestioni e richiamo a elementi naturali si contaminano tra loro, traducendosi in materiali veri e propri e dando vita a una successione di stimoli in grado di richiamare un approccio specifico alla progettazione, della stanza da bagno e non solo. Vediamo ciascuno spazio nella sua autonomia e cerchiamo di capire cosa ci racconta.

materiali per bagno moderno: colore, marmo, specchi, fuoco, acqua

Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
la Galleria di antoniolupi al Salone: la stanza del colore

la stanza del colore

Se è il colore a dominare le vostre scelte in fatto di design per la casa, il Cristalmood è, tra quelli proposti da antoniolupi, il materiale perfetto per la vostra nuova stanza da bagno. Dalla rassegna dedicata alla presenza dell’azienda a ISH Francoforte, già lo conoscevamo nelle forme della vasca Reflex e del lavabo Albume. Dal Salone del Mobile in poi, invece, dobbiamo imparare a vederlo come protagonista di molti altri oggetti:

  • i vasi Asa Nisi Masa di Calvi Brambilla di cui abbiamo parlato all’inizio, che rappresentano un’ulteriore espansione in ambito decorativo del catalogo antoniolupi, già ricco di molte proposte tessili disegnate da Paola Pastorino
  •  la collezione di lavabi Opale, disponibili nella tradizione forma circolare o in quella decagonale, inedita, e abbinabili a colonne in marmo Bianco Carrara o Nero Marquina
Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
il lavabo Vitreo disegnato da Carlo Colombo e Andrea Lupi, disponibile in dieci colori diversi
  • la collezione di lavabi Vitreo, disegnata da Carlo Colombo e Andrea Lupi, che presenta, rispetto ad Albume e Opale, un’importante evoluzione nell’uso della resina trasparente colorata Cristalmood: il materiale non disegna più due elementi distinti componibili (il bacino e la colonna) ma un unico blocco che comprende entrambi

la stanza del marmo

Dalla stanza del marmo di antoniolupi al Salone porto via un bel ricordo: una serie di scatti a Laura e Gabriele di gumdesign, che firmano per l’azienda toscana la collezione Gessati (uno di questi scatti, il più riuscito, ve lo metto qui sotto).

Dalla foto di dettaglio potete forse capire come sono fatti questi lavabi: una serie di fogli di marmo dello spessore di uno o due centimetri vengono incollati tra loro, in sequenza, con una resina colorata. Dal blocco stratificato viene poi ricavata la forma morbida e sinuosa di ciascun lavabo che, al tatto, è perfettamente liscio e privo di discontinuità (ve lo assicuro: sono stata ad accarezzarlo per due minuti buoni!).

Marmo, però, non vuol dire solo Gessati. Vuol dire anche Paolo Ulian, con i suoi lavabi scultura Introverso e Controverso di cui, una volta, conto di parlarvi in modo approfondito.

Meritando un discorso a parte legato a un contesto non domestico, oggi preferisco rimanere più con i piedi per terra e proseguire con qualcosa che potreste valutare di inserire nelle vostre case. 

Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
la Galleria di antoniolupi al Salone: la stanza del marmo, collezione Controverso e Introverso di Paolo Ulian
Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
la Galleria di antoniolupi al Salone: la stanza del marmo, collezione Gessati di gumdesign
Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
Laura e Gabriele di gumdesign, che firmano per antoniolupi la collezione Gessati
Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
la Galleria di antoniolupi al Salone: la stanza degli specchi, collezione Collage di Luca Galofaro

la stanza degli specchi

Non riesco a pensare a niente di più difficile da fotografare di una, anzi due pareti interamente rivestite di specchi 🙂 Eppure avete il risultato qui e potete testimoniare che ce l’ho fatta! La realtà è che non potevo assolutamente perdere l’occasione di mostrarvi per bene Collage, lo specchio di Luca Galofaro per antoniolupi che, più che una semplice superficie per riflettere la propria immagine, è una vera opera d’arte da parete.

Carlotta di unprogetto ne ha parlato, dopo ISH, intitolando il suo articolo Specchio d’arte; io, oggi, vi racconto ancora qualcosa.

Andrea Lupi, in fiera, mi diceva che l’idea iniziale con il tempo ha subito una bellissima evoluzione. La parte decorativa, prima legata sostanzialmente a motivi geometrici, abbraccia ora un ambito d’ispirazione molto più ampio che arriva anche al figurativo, alla natura e addirittura alla fotografia.

Collage non è solo uno specchio da bagno, dunque, e, con un piccolo sforzo di immaginazione, potete appenderlo idealmente a una parete della vostra camera da letto. Che ne dite?

la stanza del fuoco

Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
la Galleria di antoniolupi al Salone: la stanza del fuoco vista da quella dedicata agli specchi
Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
la Galleria di antoniolupi al Salone: la stanza del fuoco, collezione Canto del Fuoco e Strappo di Domenico de Palo

La stanza del fuoco, che al Salone era direttamente visibile da quella degli specchi, rappresenta una contaminazione funzionale unica e coinvolgente. Un’unica parete, sapientemente traforata, accoglie, un sistema di vuoti concavi e convessi che, rispettivamente, contengono due elementi opposti: il fuoco e l’acqua. Vediamo come.

Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
Il Canto del Fuoco di Domenico de Palo per antoniolupi

Il fuoco è all’interno del camino modulare Il Canto del Fuoco, progettato da Domenico de Palo in collaborazione con il maestro fumista Massimo Pistolesi. Il design procede sulla scia della sottrazione: la parete accoglie un incavo e la superficie che lo suggellava viene curvata verso l’interno ad arte, come se partecipasse allo svelamento di un segreto. Poesia e design dialogano tra loro.

Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
Strappo di Domenico de Palo per antoniolupi

L’acqua, invece, è contenuta all’interno del bacino di Strappo (design Domenico de Palo), il lavabo interamente realizzato in Corian® che, a installazione avvenuta, può essere rivestito in continuità con la parete. Il suo lembo frontale e inferiore esce dalla superficie verticale e rivela completamente la sua geometria solo nella vista laterale. Frontalmente, infatti, tende a scomparire.

la stanza dell’acqua

Salone del Mobile, antoniolupi: materiali per bagno moderno
la Galleria di antoniolupi al Salone: la stanza dell'acqua

La stanza dell’acqua chiude il percorso materico e sensoriale progettato da Calvi Brambilla. L’elemento più caratterizzante per la stanza da bagno prende la forma del getto di più soffioni a soffitto. Anche questi meritano un contenuto dedicato, con una rassegna di tutte le varianti disponibili nel catalogo di antoniolupi (meglio ancora se corredato da informazioni tecniche, vero?). Ci aggiorniamo presto su questo argomento!

[articolo realizzato in collaborazione con antoniolupi]