Stai leggendo

fare spazio in casa regalando una nuova vita alle ...

fare spazio in casa regalando una nuova vita alle cose

fare spazio in casa regalando una nuova vita alle cose

fare spazio in casa regalando una nuova vita alle cose

Un soprabito,
un paio di scarpe,
una lampada da tavolo,
una camicetta color corallo a minuscoli pois bianchi.

Tre sono capi di abbigliamento o accessori; uno, invece, sembra un intruso, visto che è un complemento d’arredo destinato a illuminare un angolo della casa.

Cosa accomuna, quindi, questi quattro oggetti? Più di una cosa, a dire la verità.

La prima è che in questo momento, proprio mentre vi scrivo, si trovano tutti ben sistemati in un angolo della mia camera da letto. La luce della tarda mattinata fa sì che tutti i loro dettagli siano facili da individuare e, in un certo senso, me li fa scoprire come nuovi. Eppure tutti questi oggetti abitano la mia casa già da molto tempo.

Alcuni fanno parte di un vissuto recente; con altri, invece, ho una familiarità che risale a molto più indietro nel tempo.

storia di un soprabito

fare spazio in casa regalando una nuova vita alle cose

Prendiamo il soprabito, ad esempio. Ricordo di averlo acquistato online in uno di quei momenti che tutte, almeno una volta nella vita, dobbiamo affrontare.

Parlo del fatidico evento del matrimonio della propria migliore amica. Appena la data viene fissata, inizia la ricerca frenetica dell’outfit perfetto che, dalla radice dei capelli fino alla punta delle scarpe, possa raccontare tanto di noi ma anche, in un certo senso, qualcosa del nostro legame con lei, la sposa.

Internet, in fatto di abbigliamento, è sempre una fonte inesauribile di ispirazione!

E così mi è successo che una sera, con gli occhi incollati al monitor, ho cliccato convintissima sul tasto acquista. Pochi giorni dopo il soprabito mi è stato recapitato in un bel pacco, ma era già troppo tardi. Avevo cambiato idea e scelto un outfit completamente diverso (sono abbastanza volubile in fatto di gusti sull’abbigliamento, lo confesso)!

Da quel giorno, non so perché, non ho mai indossato quel soprabito. È rimasto appeso lì nell’armadio, pronto a uscire fuori se avessi cambiato idea. Vi dico che ha ancora il cartellino con il prezzo…

Oggi però è successa una cosa neanche troppo strana. Ve la racconto subito.

fare spazio in casa: il controllo stanza per stanza

fare spazio in casa regalando una nuova vita alle cose

Periodicamente, specie quando cambiano le stagioni e la casa manifesta il bisogno di essere pulita, rinfrescata e riordinata a fondo, faccio una passeggiata stanza per stanza e mi fermo per qualche minuto davanti a scaffali e ripiani di armadi. Faccio scorrere lo sguardo dall’alto verso il basso, da sinistra a destra e prendo note mentali su quello che vedo e mi piace / non mi piace, uso / non uso.

Gli oggetti – libri, complementi, giochi dei bimbi, vestiti, accessori e tutto il resto – che non passano il test visivo hanno già una sorte segnata: devono uscire dalla mia casa e, per ciascuno, devo trovare un nuovo posto.

Si tratta un po’ di fare spazio in casa ma, allo stesso tempo, di dare a ogni oggetto una seconda possibilità visto che la prima, nella mia casa, ha già raggiunto obiettivi e termine.

fare spazio in casa regalando una nuova vita alle cose

E non è detto che quello che decido di eliminare sia per forza rovinato o inutilizzabile. Semplicemente, il più delle volte, non risponde più alle esigenze attuali mie o di qualcun altro della famiglia.

Il check visivo, stavolta, ha colpito il soprabito che vi dicevo, così come il paio di scarpe in vernice nera con tacco 10 (che ho amato alla follia!), la lampada da tavolo (l’avevo inserita nel restyling della mia camera da letto, ma la situazione, a distanza di un anno, è già cambiata!) e la camicetta corallo a pois.

una nuova vita per le proprie cose

fare spazio in casa regalando una nuova vita alle cose

Per quanto riguarda abbigliamento e scarpe, in questo momento, anche se volessi, non potrei indossare nulla di quello che ho selezionato. Sono sempre stata di costituzione piuttosto esile ma, pur avendo ancora oggi il peso dei 25 anni, il mio corpo è cambiato. Racconta le due (felicissime!) gravidanze e il passare del tempo. A 42 anni, insomma, sono un po’ quella che ero e un po’ no.

Il soprabito sì, mi sta, ma non bene come quando l’ho acquistato; stesso discorso per la camicetta che, pure, è stata a lungo nella mia top 5. Per le scarpe, invece, è successo un fatto strano. Per tutta la vita ho indossato il 38 e ora, da qualche mese, sono cresciuta di una taglia. Avete idea del motivo? Se sì, vi prego, scrivetemelo! Voglio capire cosa sta succedendo ai miei piedi! 😀

Vi dicevo anche della lampada: era sul comodino del mio compagno in camera da letto fino a qualche giorno fa ma poi, in un pomeriggio di pioggia, siamo stati colti dal raptus furioso della riorganizzazione e una lampada del soggiorno ha sostituito questa. Cose che capitano in tutte le famiglie! 🙂

fare spazio in casa regalando una nuova vita alle cose

Fatto sta che ora mi ritrovo con quattro oggetti:

  • dei quali non ho più bisogno
  • che sono ancora in ottime condizioni
  • che ho amato tantissimo e mi farebbe piacere fossero amati altrettanto da qualcun altro
  • che hanno un valore affettivo ma anche concreto, economico

 

Ho pensato un po’ a come risolvere la faccenda e, a un certo punto, la soluzione è arrivata, inaspettata.

Mercatopoli, un aiuto per fare spazio in casa in modo etico e sostenibile

Un giorno ho ricevuto nella mia casella mail un invito. Ne ricevo tanti, causa blog, ma questo, quando l’ho letto, mi è sembrato subito molto interessante.

Stando a quanto leggevo, avrei dovuto provare il funzionamento di una realtà innovativa, ben distribuita sul territorio nazionale e incentrata sull’attività di compravendita tra privati di oggetti usati. Il nome è Mercatopoli, magari l’avete già sentito.

Per valutare bene la proposta ho spulciato la rete alla ricerca di informazioni e il contenuto più chiaro ed esaustivo che ho trovato è stato questo video:

Mi sono subito identificata con Gemma, la protagonista del video dai mille interessi, che ha la necessità di fare spazio in casa alle sue passioni e ho accettato l’invito a testare Mercatopoli, aggiungendo anche una particolarità in più: complice una scampagnata programmata in Abruzzo andrò a visitare il punto vendita di Morro d’Oro, in provincia di Teramo.

Sono curiosa di capire se questa modalità di rimessa in circolo di oggetti usati funziona anche in realtà locali specifiche, più piccole di una città come Roma o Milano dove gli scambi sono molto frequenti, anche a livello di quartiere. E poi, naturalmente, c’è la scusa della gita fuori porta che funziona sempre!

Mercatopoli: come funziona la compravendita dell’usato

fare spazio in casa regalando una nuova vita alle cose

fare spazio in casa regalando una nuova vita alle cose | un’immagine dallo store di Mercatopoli a Lucca

Prima di programmare la visita in store ho preso appunti su come si svolgerà la vendita. Ve li annoto qui, magari possono esservi utili in caso abbiate anche voi alcuni oggetti da ricollocare:

  • ciascun oggetto usato da vendere deve essere pulito e in buone condizioni. Se lo avete amato e volete farlo amare altrettanto da chi lo acquisterà, questo è il requisito minimo da cui partire
  • è possibile vendere oggetti delle categorie più diverse: abbigliamento, accessori, arredamento, complementi ma anche oggettistica, bigiotteria, quadri, CD e DVD, libri, articoli sportivi, strumenti musicali, giochi ed elettrodomestici
  • una volta in negozio, lo staff provvede a valutare gli oggetti da mettere in vendita e consegna al venditore la card Mercatopoli, che consente l’accesso all’area personale sul sito e il monitoraggio delle vendite
  • gli oggetti rimangono in vendita nello store Mercatopoli per 60 giorni, trascorsi i quali vengono devoluti in beneficenza (se si tratta di abbigliamento o calzature) o scontati e rimessi in vendita
  • quando un oggetto viene venduto, ci si può recare in negozio a ritirare il 50% del prezzo di vendita a partire dai 15 giorni successivi e fino a un anno dopo

 

A questo pronto sono pronta per andare da Mercatopoli accompagnata dai quattro oggetti che ho deciso di mettere in vendita per fare spazio in casa!

Nei prossimi giorni vi faccio sapere come è andata, anche live dallo store sulle mie stories di instagram!

Quasi dimenticavo: potete seguire anche Mercatopoli sui social: su facebook e su instagram e, in generale, con l’hashtag

#iovendoconmercatopoliperché

Nora

[articolo realizzato in collaborazione con Mercatopoli]