Stai leggendo

il mio mantra per il 2018 è semplificarsi la vita!...

il mio mantra per il 2018 è semplificarsi la vita!

il mio mantra per il 2018 è semplificarsi la vita!

New Year’s Resolution Ideas | il mio mantra per il 2018 è semplificarsi la vita!

Non mi ricordo se ve l’avevo già detto o no, ma per il nuovo anno appena iniziato ho un obiettivo davvero chiaro e preciso che mai, in passato, è stato in primo piano come ora: semplificarmi la vita!

Nelle settimane di chiusura del 2017 e in queste di inizio 2018 sono sommersa da impegni che, come caratteristica principale, hanno il fatto di essere ognuno appartenente a un campo professionale o personale lontanissimo dagli altri.

Voi a questa lamentela potreste rispondermi: hai voluto la bicicletta? Hai voluto fare l’architetto e pure la design blogger? Pedala allora!

E io invece dico che no, non mi sto lamentando. Mi sto solo rendendo conto che incastrare ogni tassello della vita quotidiana in un quadro generale di organizzazione è un gioco sempre più complesso. Ho assoluta necessità, quindi, di semplificare le regole e far fruttare al meglio quello che già ho, senza impelagarmi in cose nuove da capire e inserire in quello che è, a tutti gli effetti, un caos assurdo!

il mio mantra per il 2018 è semplificarsi la vita!

Tipo: oggi ero particolarmente nervosa, cosa che mi succede quando vedo che la mia agenda è frammentata in tanti piccoli impegni che, come somma, non portano a niente di davvero utile e interessante. E così che ho fatto? Come degna seguace di Marie Kondo, mi sono messa a sistemare il terribile cassetto della cucina!

Non avete la più pallida idea di cosa ne è saltato fuori, ve lo garantisco. Tralascio la massa dei volantini dei takeaway cinesi (religiosamente collezionati dal mio compagno Samuele) e tralascio pure la collezione di tappi di sughero (mania, questa, del settenne Fabio). Non vi nascondo invece, due delle cose più inquietanti:

  • ho scoperto di essere proprietaria di diversi set di candeline per il compleanno. Avete presente quelle con il numero? Bene. Io ne ho tre serie complete da 1 a 9, in colori assortiti
  • ho finalmente ritrovato le tessere fedeltà di ben quattro supermercati diversi. Alla cassa, ogni volta che me le chiedono, faccio finta di frugare nel portafoglio, mimando una disperata e inconcludente ricerca, ma in realtà so di non sapere dove si trovino. Ed ora eccole, nel cassetto della cucina

 

il mio mantra per il 2018 è semplificarsi la vita!

Questi due ritrovamenti mi hanno portato a fare altrettante considerazioni, anche alla luce di quello che vi ho scritto all’inizio. Vi ricordate? La semplificazione come buon proposito per il 2018!

Dunque ho pensato:

  • di gettare via l’intero blocco dei volantini (rigorosamente nella raccolta differenziata della carta!)
  • di riporre le carte fedeltà nel portafoglio in modo da averle sottomano al momento giusto

 

Già mi sento una persona migliore. A questo aggiungo anche che, sempre nell’ottica della semplificazione, ho deciso di far fruttare qualcosa che, normalmente, viene relegato nei recessi della memoria, ovvero nel cassetto mentale delle incombenze scomode e odiose ma necessarie. Questo qualcosa è il contratto del mio fornitore di luce e gas in casa, Acea Energia.

Conservo le bollette così in ordine che neanche la già citata Marie Kondo potrebbe fare meglio. E poi sto sempre lì a controllare offerte e promozioni, oltre che a verificare ossessivamente che gli ultimi pagamenti siano andati a buon fine (questo il risultato del mio atteggiamento ossessivo abbinato all’educazione di un papà militare).

Stavolta, comunque, la mia mania del controllo ha avuto un esito così positivo da essere apprezzato dal resto della famiglia, solitamente scettico e disinteressato alle mie cose.

semplificarsi la vita: il programma fedeltà Acea con Te

il mio mantra per il 2018 è semplificarsi la vita!

Insomma ho scoperto che quelli di Acea Energia promuovono non solo un programma fedeltà che si chiama Acea con Te, ma anche un contest che, già al nome, mi fa pensare in grande: Emozioni da Prima Fila. Ora vi spiego tutto per bene.

Iniziamo con Acea con Te:

  • ci si iscrive in un paio di clic sul sito aceaconte.it, subito dopo essersi registrati all’area clienti MyAcea (e qui io sono già registrata! Dove credete, sennò, che possa controllare tutto per bene e avere la situazione bollette sempre sotto controllo?)
  • si raccolgono i punti in vari modi: aderendo ad alcuni servizi (newsletter, domiciliazione e altri) e facendo acquisti online tramite partner del programma
  • si scelgono i premi dal catalogo: prodotti hi-tech o per la casa, o anche sconti in bolletta e voucher per alcuni servizi

 

Emozioni da Prima Fila, invece, è un contest riservato agli iscritti al programma Acea con Te. Fatevi passare subito i dubbi sulle modalità di partecipazione, perché più semplici di così non potrebbero essere! Eccole:

  • si riceve una newsletter mensile e, nell’elenco delle esperienze emozionanti in palio, si sceglie con un clic la propria preferita
  • in questo modo si partecipa al contest per vincerla, indipendentemente dal saldo punti del programma fedeltà Acea con Te
  • le Emozioni da Prima Fila non si possono comprare! Il loro carattere esclusivo sta proprio nel fatto che, per viverle, bisogna aver fiducia nella propria fortuna e mettere in gioco i propri desideri

 

Tutto chiaro? Spero di sì! mentre vi scrivevo qui, cercando di spiegarvi tutto con cura, è successo che ho aderito ad Acea con Te. Ora provo a capire quali premi potrebbero interessarmi (so già che saranno troppi!) e aspetto la prossima newsletter per partecipare al contest!

Non pensavo che il mio buon proposito per il 2018 mi portasse tutte queste novità!

Nora