Stai leggendo

pietra per interni: un nuovo gusto per l’ant...

pietra per interni: un nuovo gusto per l’antico

pietra per interni: un nuovo gusto per l'antico

Quest’estate, sulla via per la Grecia e la mia Elafonisos, ho fatto tappa a Polignano a Mare. A giudicare dalla quantità di persone che la affollavano durante un fine settimana della seconda metà di agosto, credo che, negli ultimi tempi, abbia subito una grande trasformazione: da località per un turismo piuttosto esclusivo a meta marittima pugliese super gettonata.

L’individuazione di questa tendenza non è stata frutto della mia immaginazione. Mi è stata infatti confermata da un’amica che vive a Polignano da tanti anni e che da un po’ assiste al fenomeno del popolamento estivo intensivo.

Il fascino della baia, che si sicuro avete visitato o almeno visto in tante immagini in giro per il web, è però immutato.  Il tempo, in questa conca sovrastata su tutti i lati da case un po’ accatastate una sull’altra e da speroni di roccia grigia, sembra essersi fermato. Rimango a bocca aperta a ogni visita e la macchina fotografica sembra incapace di catturare appieno il profondo significato del luogo.

pietra per interni in una casa a Polignano a Mare

In questi primi giorni di ritorno alla scrittura sul blog, il mio lavoro di ricerca mi ha portato a una scoperta davvero interessante: quella degli interni, suggestivi ed eleganti, in bilico tra passato e presente, di una casa in pietra proprio a Polignano.

pietra per interni: un nuovo gusto per l'antico

Stando alle poche fonti disponibili in rete (The Style Files e poco altro; sembra che il post originale su Kinkfolk sia stato rimosso), la casa è di proprietà di una coppia danese, Lars e Pernille Lembcke. Innamorati della luce e del mare hanno deciso, al momento di mettere mano ai lavori di ristrutturazione di:

  • aprire la vista della cucina verso il mare
  • curare l’organizzazione dell’ampia terrazza posta a circa 20 metri sopra il livello del mare
  • mantenere a vista, negli spazi interni, gran parte dei blocchi di pietra utilizzati per la struttura dell’edificio
  • lasciare al bianco e a pochi accenni di colore (soprattutto nei tessili) il compito di completare il vestito per interni disegnato a perfetta misura di mare e di rispetto per l’antico

 

Come limitate sono le fonti, così lo sono, purtroppo, anche le immagini. Ho raccolto tutte quelle che ho trovato qui di seguito (la fonte è sempre The Style Files). Le guardiamo insieme e poi parliamo della pietra per interni, l’argomento di interior design su misura di oggi.

pietra per interni: un nuovo gusto per l'antico

pietra per interni: un nuovo gusto per l'antico

pietra per interni: un nuovo gusto per l'antico

pietra per interni: un nuovo gusto per l'antico

pietra per interni: idee per una casa a metà tra nuovo e antico

pietra per interni sulle pareti: la struttura a vista

Una parete con la pietra a vista come quella nell’immagine è un sogno per tanti di noi, lo so. Questa, in particolare, si trova all’interno di una vecchia dimora fortificata nello Northumberland, contea nel nord est dell’Inghilterra. Restaurata con cura e grande passione, è ora uno spazio pieno di luce, capace di raccontare, attraverso le tessiture delle sue mura, una storia lunga e affascinante.

Prendo proprio questa parete come esempio per raccontarvi tutte le fasi tecniche che, in un lavoro di restauro e recupero, possono riportare alla luce la struttura originaria, spesso sepolta sotto strati di intonaco. Vediamole insieme una per una:

  • Prima di tutto bisogna accertare l’integrità della parete, anche con un semplice esame visivo dell’intonaco che la riveste. Va individuato il presunto percorso delle tracce di eventuali impianti e valutata l’opportunità di mantenere il rivestimento di intonaco in alcune porzioni. Non tutto e non sempre può essere riportato a vista, se le trasformazioni che hanno interessato l’edificio nel corso della sua storia sono state numerose e piuttosto incisive
  • Integrità della parete in muratura di pietra vuol dire anche sicurezza strutturale. Questo esame deve essere condotto da un professionista che, in caso di presenza di lesioni o cedimenti, deve valutare il miglior intervento di ripristino

 

E ancora:

  • Sistemata la questione sicurezza si può procedere con la parte più divertente del lavoro: eliminare l’intonaco e riportare alla luce la struttura. A questo punto, anche se siete dei super esperti del fai da te, datemi retta: vi conviene affidare la spicconatura dell’intonaco a chi è in grado di eseguirla con l’accuratezza necessaria a mantenere il più possibile intatta la superficie delle pietre sottostanti. Si tratta di un lavoro delicato ed eseguirlo senza l’aiuto di una mano esperta, in grado di calibrare forza e delicatezza, potrebbe portarvi a un risultato non ottimale
  • Eliminato il grosso dell’intonaco (operazione che va condotta sempre procedendo dall’alto verso il basso, avendo cura di proteggere il pavimento e le altre superfici circostanti), si può passare al lavoro di fino. Una spazzola in ferro e uno scalpellino avranno il compito di eliminare ogni possibile residuo di intonaco. La pulitura va estesa anche alle fughe tra una pietra e l’altra, spesso piene di terra e di altri residui

 

Infine:

  • Una volta completate le operazioni di pulitura, va controllato lo stato delle fughe che, se ammalorate, devono essere risarcite con nuova malta
  • La parete con pietra a vista deve essere infine preparata per l’applicazione del trattamento antispolvero. Un semplice passaggio di aspirapolvere e un lavaggio con acqua e sapone neutro in soluzione poco concentrata permette, dopo l’asciugatura, di stendere uno o più strati di liquido consolidante. L’alternativa naturale al prodotto industriale è l’olio di lino, ottimo per dare risalto alle sfumature di colore e alla tridimensionalità della superficie della parete

 

Tutto chiaro? 🙂

Se sì, possiamo procedere con altri usi della pietra per interni a vista.

pietra per interni sulle volte: ancora la struttura a vista

pietra per interni: un nuovo gusto per l'antico | pietra per interni sulle volte: ancora la struttura a vista

fotografia Maz Zambelli via Vosgeparis

Quello che abbiamo detto per il trattamento delle pareti con pietra a vista vale anche per le volte. A funzionare perfettamente è la combinazione ben studiata tra superfici lasciate al grezzo e soffitti imbiancati, lisci ma non troppo.

Anche la casa di Polignano che vi ho mostrato all’inizio prevedeva questo accostamento, ricordate?

pietra per interni a vista: e se fosse a pavimento?

In un prossimo post parliamo anche della pietra per interni a pavimento. Esistono delle alternative in gres capaci di riprodurne davvero il fascino? Nell’attesa di rispondere a questa domanda, vi lascio con un’immagine davvero suggestiva: pietra scura e molto venata, bianco, ondate di luce. What else?

Nora

 

 


altri post per approfondire

INSTAGRAM
il mio mondo per immagini