Stai leggendo

spazio comfort: quando l’abitare regala bene...

spazio comfort: quando l’abitare regala benessere e felicità

spazio comfort: quando l'abitare regala benessere e felicità

spazio comfort: quando l’abitare regala benessere e felicità

Lo scorso 13 settembre ho partecipato a un evento un po’ fuori dal comune. Non intendo qualcosa di insolito e completamente estraneo alla mia routine professionale, quanto, piuttosto, qualcosa capace di legare la me architetto con la me design blogger.

In quasi cinque anni di vita del blog non era ancora mai capitato e, dopo quel giorno, spero che succeda di nuovo.

Il problema è che, fin troppo spesso, le manifestazioni e le attività che mi coinvolgono in un racconto online sono, oltre che specificamente legati al settore del design, molto improntati sulla promozione di uno specifico prodotto o trend: una lampada, un nuovo modo di lavorare il legno, la creazione di un designer.

spazio comfort: quando l'abitare regala benessere e felicità

Dopo essere stata a visitare il Residence VIVO a Ponzano Veneto, appena qualche chilometro fuori Treviso, mi sono accorta di avere invece bisogno di una concretezza da cantiere, anche solo per poco e anche al di fuori del cantiere vero dove trascorro alcune mie giornate lavorative offline.

Fatto sta che sono arrivata a Ponzano quel giorno insieme ad alcune amiche e colleghe: Elisabetta di MaisonLab, Simona di Bagni dal mondo, Violetta di Architempore e Camilla de La tazzina blu. Con loro ho condiviso l’esperienza della visita, guidata da Paolo Busetto, ingegnere e direttore commerciale di Vasco Group Italia.

spazio comfort: quando l'abitare regala benessere e felicità

Considerata la presenza formale dell’azienda e quella di Claudio Crema, dell’omonima impresa di costruzioni responsabile della realizzazione del Residence, tutto mi sarei aspettata tranne quello che è effettivamente accaduto:

  • un viaggio alla scoperta del significato del concetto di comfort all’interno dell’ambiente casa
  • una visita approfondita ai diversi edifici del complesso residenziale, ciascuno a uno stadio più o meno avanzato di realizzazione

 

Le due attività si sono svolte in luoghi e momenti diversi. Ve le racconto andando per ordine.

spazio comfort: la ricerca progettuale va oltre l’estetica e la funzionalità

spazio comfort: quando l'abitare regala benessere e felicità

spazio comfort: grazie a Giorgia Navarra ho capito che il benessere è legato alle percezioni di tutte e 5 i nostri sensi

La scoperta del comfort ha significato per me mettere a posto alcune idee confuse in merito al benessere e alla felicità di stare in casa. Come architetto mi rendo conto di indirizzare quasi inconsciamente la mia ricerca progettuale su temi legati all’estetica e alla funzionalità, ma ho capito che non è sufficiente.

Trovandomi con le mie colleghe all’interno di uno degli appartamenti del Residence VIVO, invece, ho avuto l’esatta percezione dei fattori che vorrei considerare per la vita in una casa ideale: temperatura ottimale per il corpo, aria pulita, assenza di rumore proveniente dall’esterno, giusto grado di luminosità.

spazio comfort: quando l'abitare regala benessere e felicità

spazio comfort: all’interno di uno degli appartamenti del Residence VIVO

Niente di tutto questo è scontato e, secondo le parole di Busetto di Vasco Group, è possibile raggiungerlo solo attraverso uno studio attento delle condizioni e delle tecnologie connesse all’edilizia e agli impianti. Lo spazio comfort, insomma, è una vera e propria sfida progettuale di alto livello.

Per fare ancora più chiarezza su questo, ho chiesto l’aiuto da casa: ho fatto tre domande al mio compagno Samuele, che nella vita fa il progettista di impianti.

cosa vuol dire spazio comfort: l’intervista a Samuele Federici

spazio comfort: quando l'abitare regala benessere e felicità

Samuele Federici, progettista di impianti | fotografia Davide Buscaglia

Samuele, puoi darmi una definizione chiara e sintetica di comfort?

Comfort vuol dire raggiungere condizioni di temperatura e umidità, irraggiamento diretto, ricambio d’aria e isolamento acustico tali che il corpo umano si trovi nelle condizioni migliori per considerare un posto come la propria casa.

Considerata la mia predilezione per temi legati all’estetica e alla funzionalità, ho bisogno di un confronto con qualcuno che, nel progetto, si occupa di tutt’altro. Quanto è importante la collaborazione tra architetto e progettista di impianti?

La collaborazione è molto importante, dal momento che l’approccio al progetto da parte dei due professionisti parte spesso da presupposti diversi. A volte, anzi, questi presupposti possono sembrare contrastanti e la soluzione armonica delle problematiche davvero lontana: estetica e funzionalità, predominanti per l’architetto, comfort per il progettista di impianti.

Solo dal confronto possono nascere soluzioni valide ed efficaci in vista dell’obiettivo progettuale dello spazio comfort abitativo, che considera il costruito come un insieme complesso e articolato di scelte mirate e perfettamente calibrate tra loro.

Un’ultima domanda. Abitando in una città ideale estranea alla piaga della speculazione, quanto saresti disposto a spendere di più per l’acquisto di uno spazio comfort rispetto a uno spazio abitativo tradizionale?

Anche il 25% in più. Purtroppo a Roma, città in cui vivo e lavoro, fare questo ragionamento è davvero difficile. Il patrimonio immobiliare residenziale risente di altre influenze e molto spesso la scelta di una nuova costruzione è dettata da fattori puramente economici. 

spazio comfort: il percorso olfattivo di Giorgia Navarra

spazio comfort: quando l'abitare regala benessere e felicità

Se vi chiedessi di mettere in ordine di importanza la percezione dei vostri 5 sensi cosa rispondereste?

Al Residence VIVO mi è stata posta la stessa domanda e, senza pensarci troppo, ho tirato fuori questa classifica:

  • vista
  • olfatto
  • udito
  • tatto
  • gusto

 

L’odore – o anche l’assenza di odore – è qualcosa di davvero importante per me. State leggendo le parole di una che gira con un mini flacone del profumo preferito in borsetta per proteggersi dagli odori sgradevoli… 🙂

E così, quando è stato il turno di assaporare le fragranze create da Giorgia Navarra, naso e profumiera conosciuta a livello internazionale, non mi sono tirata indietro!

Ho scoperto due cose:

  • ogni casa, così come ha i suoi colori, le sue forme, le sue dimensioni, può avere anche un suo profumo. Deve essere scelto con cura per assecondare i sensi di tutti gli abitanti della casa e deve anche raccontarla, farla ricordare quando si è lontani
  • sono una da agrumi (ma un po’ già lo sapevo)

 

spazio comfort: il benessere inizia da una buona gestione del cantiere

spazio comfort: quando l'abitare regala benessere e felicità

lo spazio comfort inizia da una progettazione e una gestione accurata del cantiere

Nella mia vita vera da architetto mi occupo di sicurezza nei cantieri. Non è un lavoro semplice. Un cantiere curato, condotto con alcune accortezze, richiede una progettazione e una gestione attenta (leggi: costa un po’ di più).

Nei vari edifici che compongono il complesso residenziale VIVO, l’avanzamento dei lavori è vario. Le lavorazioni si succedono una dopo l’altra, ma gli aspetti che colpiscono di più sono l’ordine e la pulizia (delle rarità, ve lo assicuro!).

La maggior parte delle lavorazioni prevede una posa a secco. Le tamponature esterne, ad esempio, sono realizzate con pannelli prefabbricati costituiti da più strati e questo facilita il compito di realizzare quella continuità dell’involucro esterno che è essenziale per rendere ancora più prestanti gli impianti a servizio dell’edificio.

Lo spazio comfort, dunque, inizia dal cantiere.

spazio comfort: quando l'abitare regala benessere e felicità

Nora


altri post per approfondire

INSTAGRAM
il mio mondo per immagini